Chi è il medico estetico?
Attualmente non esiste una specialità in Medicina Estetica. Sono tante le figure mediche e, purtroppo non, che si affacciano in questo ambito. Possiamo, però, affermare che le figure più titolate ad esercitare la Medicina Estetica propriamente detta, sono i diplomati Master presso Università statali ed i diplomati di scuole ufficialmente riconosciute come quella di Milano e di Roma. Il medico estetico è una figura “polispecialistica” che non solo procede alla cura degli inestetismi, ma si conferma come un medico che fa prevenzione, attraverso specifiche competenze, tecnologie e materiali in costante evoluzione. Il medico estetico non si definisce tale solo perché è in grado di iniettare filler, tossina botulinica o biorivitalizzanti, ma perché ha alle spalle un percorso formativo in medicina interna, in quanto si occupa dello stato di salute generale e del relativo recupero finalizzato all’indirizzo estetico, che passa attraverso le conoscenze dell’endocrinologia, della nutrizione, della fisiatria, della posturologia, della geriatria, della flebologia e della dermatologia dalla quale trae pertinenze specifiche.
Cos’è la tossina botulinica?
E’ una sostanza purificata che, se iniettata nei muscoli mimici del viso ne provoca un indebolimento temporaneo attenuando, così, rughe e segni d’espressione. Il trattamento, se affidato a mani esperte, produce risultati estetici sorprendenti e privi di effetti collaterali. Dura pochi minuti e non necessita di anestesia. I risultati durano 4/6 mesi, dopo di chè l’iniezione va ripetuta.
Cos’è l’Acido Jaluronico?
L’acido jaluronico è costituente fondamentale della nostra pelle e tende a diminuire con l’avanzare dell’età. Questa costante diminuzione è tra i principali responsabili dell’invecchiamento. L’iniezione costante di acido jaluronico permette di riattivare le pelli mature donando loro la compattezza e le caratteristiche perdute. Il trattamento con acido jaluronico costituisce la base dei cosiddetti fillers, che servono a colmare e spianare le rughe del viso. Il filler viene iniettato dal medico sotto la pelle e l’effetto riempitivo è variabile e dipende dal tipo di pelle e dalla qualità e quantità di acido jaluronico utilizzato. Il risultato non è permanente in quanto la sostanza viene totalmente riassorbita e ciò rende necessario ripetere periodicamente il trattamento.
Cos’è la Biostimolazione (o Biorivitalizzazione)?
Con questo termine si intende un preciso protocollo che consiste nell’iniezione sottocute di sostanze riassorbibili che hanno la funzione di stimolare e riattivare la cute ed il sottocute. Importante l’attivazione di cellule quali i fibroblasti che sono deputati alla produzione di fibre collagene ed elastiche. Si utilizzano ac.jaluronico, in formulazione poco densa, vitamine, sali minerali, amminoacidi, precursori ed altre sostanze, con un preciso schema di trattamento.
Si può trattare qualsiasi area del viso come pure collo, decolletè e seno, per contrastare i segnali di invecchiamento cutaneo come la perdita di elasticità, di tono, lucentezza e la formazione di sottili rugosità.
Cos’è il Peeling?

E’ una tecnica dermo-estetica che consiste nell’applicazione di sostanze chimiche con lo scopo di:

  • Rimuovere lo strato superficiale (corneo) della pelle
  • Stimolare il turnover cellulare con relativa esfoliazione
  • Inibire l’attività delle ghiandole sebacee

Le sostanze utilizzabili sono tante e si differenziano per meccanismo d’azione e profondità in cui agiscono. Attualmente sono entrate in commercio anche sostanze già neutralizzate che pur mantenendo le caratteristiche chimiche, sono più facilmente gestibili dal medico e dal paziente. I peeling sono indicati nel trattamento dell’invecchiamento cutaneo e rughe, macchie della pelle, pelle grassa ed acneica.

Cos’è la Mesoterapia?
E’ una tecnica di infiltrazione di farmaci superficialmente sulla cute con piccolissimi aghi. Ciò permette il rilascio nel tempo del farmaco. Con questa tecnica si possono effettuare sedute per cercare di combattere gli inestetismi della cellulite ma altrettanto efficacemente, per contrastare l’invecchiamento del viso infiltrando sostanze biorivitalizzanti e/o ristrutturanti.
Un ciclo di mesoterapia prevede circa 10 sedute settimanali, con richiami a 3-4 settimane di distanza per il mantenimento dei risultati.
Cos’è l’Intralipoterapia?
E’ una tecnica di infiltrazione di soluzioni iniettabili in grado di determinare la lisi degli adipociti, associata ad un protocollo preciso che stabilisce posologia e cadenza delle sedute. Rappresenta, al momento, la tecnica più efficace e condivisa per il trattamento non chirurgico delle adiposità localizzate.
Perchè dopo il Botox non si deve fare attività fisica?
Oltre a non fare attività fisica è sconsigliato massaggiare le zone iniettate, usare il casco, lavarsi i capelli stando quindi a testa bassa. Tutto questo perché c’è il rischio che la tossina botulinica migri, si sposti verso altri muscoli che verrebbero così indeboliti alterando la mimica facciale. Un esempio può essere quello dell’abbassamento della palpebra superiore se la tossina si sposta dal m. corrugatore all’elevatore della palpebra.
Ho fatto il Botox e non ci sono stati risultati soddisfacenti…
Può essere dovuto all’utilizzo di insufficienti unità di tossina botulinica oppure al raro caso di non risposta al trattamento.
E’ possibile curare la sudorazione eccessiva delle ascelle con il Botox?
La stimolazione delle ghiandole sudoripare avviene tramite lo stesso mediatore chimico che permette la contrazione del muscolo (Acetilcolina) per cui è possibile usare con successo la tossina botulinica anche per far ridurre l’iperidrosi.
Dopo il Botulino ci si può lavare il viso?
E’ meglio non massaggiare le zone trattate per alcune ore, quindi, per prudenza, è bene non lavarsi il viso.
La tossina botulinica è come l’acido ialuronico?
No, la prima rilassa il muscolo sottostante le rughe, il secondo riempie la ruga. Possono essere utilizzati entrambi: prima la tossina e poi l’acido ialuronico.
Quando inizia a fare effetto la tossina botulinica?
Dipende dal prodotto usato. Attualmente in commercio sono autorizzate quelle denominate Vistabex, Bocouture , Azzalure. Con le prime due gli effetti iniziano a vedersi dai 7 ai 10 giorni dopo il trattamento. Con l’Azzalure la tempistica è ridotta di alcuni giorni.
Quali sono le rughe che possono essere trattate con la tossina botulinica?
Le rughe orizzontali della fronte dovute alla contrazione del muscolo frontale, quelle perioculari a “zampa di gallina” dovute al muscolo orbicolare dell’occhio, quelle glabellari tra le sopracciglia dovute al muscolo corrugatore, quelle sopra la piramide nasale dovute alla contrazione del muscolo procero.
La tossina botulinica altera la fisionomia del volto?
La tossina botulinica ha l’effetto di rilassare solamente il muscolo nel quale viene iniettato e si utilizza in minima quantità. Per tale motivo le iniezioni di una adeguata quantità di tossina botulinica garantiscono un’espressione naturale e non alterano la fisionomia del volto. I visi “plastificati” che a volte si vedono anche in personaggi dello spettacolo sono dovuti all’uso di eccessive quantità di tossina botulinica.

Non hai trovato la risposta ai tuoi dubbi? Chiedicelo personalmente!

Utilizza questo modulo per contattarci in merito ai tuoi quesiti, sarà nostra cura risponderti nel più breve tempo possibile.

*I dati personali comunicati tramite la compilazione del presente modulo saranno trattati in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza degli stessi nel rispetto di quanto previsto dal D.Lgs.196/2003. Inviando il presente modulo si autorizza Beaute Medical al trattamento dei dati personali forniti.